Sistemi antifurto e domotica

Le centrali Silentron di ultima generazione dispongono di APP e possono essere gestite online. Effettuate con calma e precisione tutte le programmazioni necessarie e verificato il funzionamento, eventuali anomalie Ecco una casa isolata... Chi direbbe che è protetta con un efficiente sistema di allarme antiavvicinamento in esterno e antiintrusione all'interno ? Una protezione "su misura" per questa abitazione, ma adattabile ad ogni singola esigenza!



Avviciniamoci e cerchiamo di comprendere i dettagli dell'installazione, iniziando dalla PROTEZIONE ESTERNA. Mimetizzato nel giardino, ecco apparire un primo rivelatore. E' sempre consigliabile mimetizzare i rivelatori in esterno, questa operazione consente di utilizzare il rivelatore come "trappola", riducendo il rischio di possibili manomissioni dell'apparecchio stesso. Ovviamente occorre prevedere e limitare al massimo il passaggio di piccoli animali (lucertole e insetti) sulla lente del rivelatore, cosa che potrebbe causare allarmi impropri. Questo rivelatore, come altri posizionati in maniera simile, è programmato sulla centrale nell'Area A, utilizzata come pre-allarme antiaggressione, che darà luogo ad un messaggio vocale di avviso, emesso dalle sirene esterne: uomo avvisato . . .

Anche chi già possiede un sistema di allarme, magari vecchiotto e non più adeguato, può integrarlo con adeguati apparecchi di nuova concezione, tali da rendere il sistema ancora fruibile per molti anni.

Qualunque centrale di allarme può controllare appositi apparecchi ricetrasmettitori via radio, ad esempio R-Evolution 4 o 12 di Silentron, i quali possono gestire a loro volta rivelatori senza fili, sia interni che perimetrali che esterni, nonchè ulteriori telecomandi, tastiere e sirene senza fili ed anche dissuasori aggressivi.

La gamma di apparecchi periferici è la stessa descritta nel precedente articolo SISTEMI DI ALLARME ANTI INTRUSIONE/AGGRESSIONE SENZA FILI, ed è compatibile con i ricevitori sopra menzionati, che ne controllano l'esistenza in vita, la carica delle pile, la possibile manomissione ed i segnali di allarme, attivando uscite a relè, che possono essere connesse agli ingressi disponibili sulla centrale.

Pertanto non è detto che si debba necessariamente gettare via il vecchio sistema di allarme: un installatore professionale può facilmente verificare se sia il caso oppure basti "aggiornarlo".

L'operazione è più complessa per quanto riguarda gli aspetti video, ma in questo caso si possono utilizzare telecamere WiFi stand alone per avere comunque tutto sotto controllo, indipendentemente dalla centrale di allarme. Ciò che è fondamentale nel contesto "sicurezza" è che qualunque apparecchio installato ee/o comunque asservito all'impianto di allarme sia autoalimentato, cioè in grado di funzionare per qualche ora anche in assenza di corrente, poichè eventuali carenze di questo aspetto permettono all'intruso di vanificare tutto commutando un semplice interruttore, spesso alla portata di chiunque.

Eurotel di NENNA MANFREDO Sede legale C.so Francia, 238 1009801 Rivoli [To]
P.IVA 07708460014
tel. 011.7509452 e-mail: info@euroteltorino.it

Designed by Facile srl 2016
accedi alla tua area riservata
Privacy Policy
Cookie Policy
Contatore sito